La lead scoring – che costituisce una fase particolare nel processo di acquisizione dei clienti potenzial – è finalizzata a dare un punteggio numerico ai lead acquisiti dall’azienda, in modo da individuare la loro disponibilità ad acquistare.

Le componenti che sono prese in considerazione possono essere raggruppate in due categorie:

  • le componenti demografiche, che individuano i soggetti con i quali l’azienda vorrebbe avere un contatto (ad esempio, ruolo lavorativo ricoperto, dimensione dell’azienda, ecc.);
  • le componenti comportamentali, che individuano i soggetti che vorrebbero avere un contatto con l’azienda (attività compiute online, come le visite al sito web dell’azienda o la richiesta di particolare documentazione).

I lead che superano un certo punteggio, relativamente a queste due componenti – punteggio che individua i lead con cui l’azienda vorrebbe entrare in contattato e che, a loro volta, vorrebbero entrare in contatto con l’azienda, in quanto sono vicini ad acquistare – saranno passati al reparto Vendite per essere contattati da un agente.

Ho già parlato della lead scoring in passato in alcuni post. Oggi – tenendo anche conto che siamo in un periodo pieno di festività e, quindi, non voglio proporvi testi troppo “corposi” – vi segnalo una bella infographic che spiega in modo semplice come funziona la lead scoring.

 

Infographic_5-8_Lead_Scoring_Pardot

Ricordo che, per gestire il processo di lead scoring, occorre avere implementato un sistema di marketing automation

 

 

Rispondi