ConversioneSearch engine optimizationSearch marketing

Cosa vedono i motori di ricerca: il codice HTML

Nel precedente post ho scritto che: “per classificare le pagine web, Google valuta, oltre alla presenza delle specifiche parole chiave, anche dove sono presenti all’interno della pagina”.  Per poter vedere come Google esegue questa funzione, bisogna osservare come è scritta una pagina web.   Il codice HTML Il testo contenuto in una pagina web non è scritto

ConversioneSearch engine optimizationWebsite optimization

Il saggio di conversione

Il lavoro di ottimizzazione svolto sulla SEO e sul sito (Website Optimization) trova espressione numerica nel saggio di conversione, che è considerato uno dei più importanti indicatori del funzionamento di un sito.  Il saggio di conversione esprime la percentuale di visitatori di un sito che, arrivati su una pagina, compiono l’azione di conversione desiderata: comprare

ConversioneLead generationSearch engine optimization

Website Optimization e Search Engine Optimization

Gli obiettivi finali di un sito web sono sostanzialmente due, strettamente collegati: attirare il maggior numero di visitatori qualificati, cioè veramente interessati all’offerta del sito;  convincere questi visitatori qualificati a compiere l’azione desiderata (“conversione”), come ad esempio: acquistare dei prodotti, diventare soci o clienti potenziali, registrarsi per ricevere qualcosa (white book, ebook, sconto, tool, ecc.),

Conversione

Scrivere sul web: la piramide capovolta

Scrivere per il web è completamente differente dallo scrivere per la carta stampata. Infatti, le persone non leggono il testo sul web come lo leggono su una pagina stampata, cioè da sinistra a destra e dall’inizio alla fine. Sul web, il testo viene esaminato velocemente in maniera incompleta, secondo i diversi modelli che abbiamo esaminato

Conversione

Come si legge sul web (5): la gerarchia visiva

Per poter guidare lo sguardo di una persona che legge una pagina web, abbiamo bisogno di creare delle aree d’interesse o, più precisamente, dei punti focali definiti da specifi pesi visivi. Il punto focale dominante dovrebbe essere quello dove si vorrebbe focalizzare per prima cosa lo sguardo del lettore: il logo, il titolo della pagina,

Conversione

Come si legge sul web (4): il peso visivo

I modelli esaminati nei precedenti post – triangolo d’oro, “F”, “Z”, “Zig-Zag, diagramma di Gutenberg – sono più simili di quanto si potrebbe pensare. Tutti questi modelli descrivono infatti il naturale movimento degli occhi quando non esistono particolari segnali visivi che attraggono lo sguardo.                     In mancanza di questi